neve

lunedì 21 gennaio 2013

Recensione: Tra le braccia della notte di Nalini Singh

Tra le braccia della notte di Nalini Singh

Casa editrice: Nord
Pagine: 384
Prezzo: 18.00 €
Data di pubblicazione: 17 Gennaio 2013

Trama:

Per Elena Deveraux, tornare a New York non significa solo riprendere il lavoro di Cacciatrice, ma anche fare i conti coi Sette, i fedelissimi consiglieri di Raphael, un gruppo addestrato per proteggere l’arcangelo da ogni possibile minaccia… compresa Elena: secondo loro, infatti, l’amore che Raphael prova per lei lo ha reso più umano e, di conseguenza, più debole. Una debolezza che potrebbe costargli cara, soprattutto ora che la città è sconvolta da una serie di catastrofi naturali e un gruppo di vampiri rinnegati sta approfittando della confusione per seminare ulteriore panico tra la popolazione inerme. Per questo, i Sette vorrebbero allontanare Elena, senza sapere che, in realtà, lei è l’unica che può salvare Raphael dalla terribile minaccia che grava di lui. Perché i terremoti e le mareggiate che si sono verificati a New York sono i segni che preannunciano il risveglio di Caliane, il più potente e pericoloso degli arcangeli dormienti, nonché madre di Raphael…

La mia recensione:

“Tra le braccia della notte” è il terzo romanzo della saga sugli angeli di Nalini Singh.

Io adoro questa autrice e la sua saga ed anche questa volta la padronanza narrativa della Singh spicca in tutta la narrazione rendendo il romanzo appassionante in ogni suo passo.

Devo ammettere però che questo terzo libro è stato per me il più altalenante.
Infatti ho alternato momenti di amore e odio verso la storia durante la lettura.

Ma procediamo con calma, innnanzitutto vi dirò ciò che ho amato, e poi proseguirò con gli aspetti che non ho molto apprezzato.

Il filo conduttore di tutto il libro è il risveglio di un anziano dormiente.
Infatti questo evento comporta diversi cataclismi in tutto il mondo ai quali gli angeli cercano di porre rimedio.
Ma ben presto i fatti accaduti daranno una certezza a Raphael, l'angelo che si sta svegliando è sua madre.

E così approfondiremo moltissimo il rapporto del bell'arcangelo con il suo genitore e scopriremo un angelo più umano, la sua immortalità ma soprattutto il suo essere tutto d'un pezzo saranno messi a dura prova più di una volta.

In questo nuovo capitolo approfondiremo anche il rapporto tra Elena e Raphael e vedremo come questo diverrà più profondo e come i due impareranno a fidarsi l'uno dell'altra.
Raphael capirà che Elena non è un'oggetto prezioso da custodire con cura ma una donna umana prima di essere un angelo immortale e soprattutto una cacciatrice.
Per cui è inutile farla vivere in una gabbia, per quanto essa possa essere dorata finirebbe solo per lenire al loro rapporto d'amore.

In “Tra le braccia della notte” inoltre Raphael scoprirà che mortale non equivale solamente a debolezza, ma in alcuni casi significherà esattamente l'opposto....

Le ultime cento pagine della narrazione poi mi hanno letteralmente tenuta inchiodata alla lettura e forse sono le più belle dell'intero romanzo.
Mistery, passione, thriller e amore con la A maiuscola si danno il cambio nel romanzo come in una perfetta staffetta narrativa.

Ed ora passiamo ai punti negativi.

Ho trovato, purtroppo, alcune parti della narrazione ripetitive, infatti per metà romanzo vedremo di come Elena tornerà al suo lavoro di cacciatrice nella Corporazione e come questo comporterà diverse indagini da parte della protagonista riguardo ai brutali delitti sempre più frequenti tra Boston e New York.
Tutti questi ritrovamenti sono interessanti per far capire la crudezza del nemico e per far arrivare a determinate conclusioni non solo Elena ma lo stesso Raphael, ma io mi chedo era proprio necessario essere così crudi, non so, non ho apprezzato questo particolare risvolto giallo nella trama.

Un secondo punto che voglio sottolineare è il fatto di ritrovare molti richiami ad eventi accaduti nel primo romanzo della saga, ora per chi ha iniziato da poco la lettura della saga sarà facile ricordare tutto nel dettaglio ma per chi come me segue la saga dall'inizio, e nel frattempo comunque ha letto anche altro, non è facile essere completamente lucidi su determinati nomi secondari.

Certamente non aiuta il fatto che i romanzi vengano pubblicati con la cadenza di uno l'anno...chiedere la pubblicazione almeno semestrale come altre famose saghe sarebbe chiedere troppo?

A parte questo il libro merita davvero, la Singh è certamente una delle migliori autrici per adult fantasy presente al momento sul mercato italiano e spero di poter leggere presto non solo il prossimo libro dedicato alla sua saga sugli angeli, ma anche altre sue pubblicazioni.

Voi lo avete letto questo romanzo?? Fatemi sapere che ne pensate!!!

 
  e 3/4

La saga:

*Guild Hunter Series*
1. Il profumo del sangue 2011
2. La carezza del buio    2012
La mia recensione:  http://romance-e-non-solo.blogspot.it/2012/02/recensione-la-carezza-del-buio-di.html
3. Tra le braccia della notte  2013
4. Archangel’s Blade
+ eventuali altri romanzi

 Fanno parte della serie anche: Angels’ Judgment, racconto prequel contenuto nell’antologia Must Love Hellhounds, 2009, e Angels’ Pawn, 2009, racconto per e-reader, relativo a due personaggi incontrati in Angel’s Blood, la cacciatrice Ashwini e il vampiro Janvier.


L'autrice:
Nalini Singh è nata nelle isole Fiji, ma è cresciuta in Nuova Zelanda, dove vive tuttora. Ha viaggiato molto, facendo i lavori più disparati: l’avvocato, la libraia, l’impiegata di banca, l’insegnante d’inglese e persino l’operaia in una fabbrica di caramelle. La sua vera passione, però, è sempre stata la narrativa, cui ora si dedica a tempo pieno. Dopo Il profumo del sangue e La carezza del buio, Tra le braccia della notte è il terzo romanzo della serie con protagonista Elena Deveraux, una serie che ha scalato le classifiche americane ed è stata tradotta con grande successo in tutto il mondo.

A presto!!

Nessun commento:

Premi del blog

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità .
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Ti piace il mio blog?