giovedì 17 gennaio 2013

Aiutiamo Weirde a far approdare in Italia Amy Lane

Buon pomeriggio a tutti =)
oggi sono qui non per presentarvi altri libri o interviste, ma per parlarvi di un'iniziativa davvero interessante che è stata creata da Weirde, l'admind del blog L'arte dello scrivere... forse.

Come tutti sapete Weirde aveva già creato petizioni tempo fa che grazie alle nostre firme hanno avuto buon esito...

Vi lascio qui sotto quello che ha scritto Weirde sul suo blog ^___^

I gatti vengono in colonie
le balene vengono in banchi
i lupi in branchi
e così i cani…
I vampiri vengono in un bacio.
Ci sono stormi di uccelli
frotte di pesci
orde di draghi
(si può ordire un drago?), ma
i vampiri vengono in un bacio…
Gli umani si raggruppano nelle sale degli elfi
e i vampiri amano vederli cadere…
Tutti noi veniamo col bacio di un vampiro…

 
“Se non fosse stato per Arturo, non avrei saputo cosa erano realmente Renny e Mitch, e se non avessi saputo quello, non avrei saputo mai cosa fosse Adrian. E se non avessi saputo quello non avrei mai incontrato Green. Perciò credo di dovere molta parte della mia vita (sia gioie che dolori) ad un alto elfo peruviano; ma Arturo non la pensa così, e io cerco di non pensarlo più.
La stazione di servizio dove lavoro sta tra Ophir e Penryn, sulla strda chiamata Gold Hill. So che fare i turni di notte non è sicuro per una donna, ma mi lascia libere le mattine per seguire i corsi universitari e questo è ciò che conta. Inoltre lavorare di notte mi fa guadagnare ben cinquanta dollari l’ora e i soldi mi servono per cercare di trasfermirmi in un appartamento mio e lasciare la casa dei miei.
Non mi sento esposta o in pericolo o indifesa. Sono adulta e ho un’aspetto da dura, piercing al naso, al labbro, diversi buchi per orecchio. I miei capelli sono corti e indosso rossetto nero. Qualsiasi cosa per mascherare quanto mi sento brutta, vero? Ho fatto diversi corsi di autodifesa, e mio padre mi ha insegnato a sparare e ad usare la 22millimetri che Danny, il mio capo, tiene nel cassetto sotto la cassa. Mio padre è molto orgoglioso della mia mira, non gli interessano i miei voti scolastici, ma quando mi vede riempire di piombo un bersaglio mi guarda orgoglioso.
Così passavo le notti nella stazione di servizio, dietro la cassa a studiare ed ad aspettare i rari clienti. Clienti per di più soprannaturali, ma prima di Arturo lo ignoravo, per me erano clienti regolari e basta.
Anche Arturo era un cliente regolare, finiva di lavorare ad un altra stazione di servizio verso l’ 1:00 , e veniva da me verso le 1:30. Comprava sei confezioni di sigarette tutte le notti. Alto uno e novanta, perfettamente proporzionato, torace muscoloso, fianchi stretti, capelli neri e ondulati….insomma bellissimo. Paurosamente bello. Talmente bello che solo dopo un anno che veniva regolarmente ero riuscita a prendere coraggio e guardarlo negli occhi.
E fu così che una notte di gennaio Arturo si avvicinò alla cassa e mi prese la mano mentre gli allungavo il resto.
“Sono Arturo, ci vediamo tuutte le sere, non ti sembra maleducato non guardarmi mai negli occhi?”
Come potevo dirgli che la sua belleza mi spaventava? Così lo guardai negli occhi….grandi, grigi, enormi…….fu un grave errore, ma allora lo ignoravo.”
Amy Lane, incipit del libro Vulnerable (tradotto da Weirde).
  
Come avrete capito da questo incipit, oggi torno a parlarvi di Amy Lane. Chi è costei? Semplice, un’autrice americana di urban fantasy, che, come molti emergenti, ha autofinanziato la pubblicazione dei suoi libri e che, io credo, meriti di raggiungere il successo. Io amo molto i suoi libri e vi ho parlato spesso di lei su questo blog.
Chi frequenta il blog da tempo sa già come io spesso mi prenda a cuore  i libri che amo, chi invece segue L’arte dello scrivere solo da poco probabilmente non lo sa. Per questi ultimi accenno a progetti storici che questo blog ha portato avanti con successo.
Nel mio piccolo con il mio progetto Vogliamo urban fantasy per adulti, consistente in una catena (diciamo pur valanga) di email e post su diversi blog e forum che hanno collaborato, ho contribuito a far conoscere e a portare in Italia autrici come Keri Arthur, Christine Feehan, Kelley Armstrong e Patricia Briggs.
Poi è seguito il progetto Fever, che ha visto ancora più blog collaborare per far conoscere la serie Fever di Kare Marie Moning, coronato anch’esso dal successo con la pubblicazione della serie da parte di Leggeditore.
Poi il progetto Rallentate, vogliamo traduzioni di qualità, che è riuscito ad ottenere le scuse della casa editrice che aveva sfornato una traduzione pessima di Soulless.
In corso ho ancora il progetto Dobbiamo finire ciò che è stato iniziato, che punta alla ripresa della pubblicazione della serie In death di J. D. Robb e Ghostwalkers di Christine Feehan.
Ma intendo comunque iniziare un nuovo progetto per cui mi occorre il vostro aiuto.
Da anno ormai sono in contatto con Amy Lane e sto tentando di farla pubblicare in italiano, ma senza successo. L’anno scorso grazie ad un’agenzia leteraria che l’aveva presa sotto di sè avevo avuto rosee speranze, ma anche quelle sono naufragate. Ciò però non significa che io intenda arrendermi.
Da’accordo con l’autrice voglio AIUTARLA AD AUTOPUBBLICARSI IN ITALIA SUL SITO AMAZON.IT FORNENDOLE GRATUITAMENTE UNA TRADUZIONE IN LINGUA ITALIANA CORRETTA E GRADEVOLE del libro Vulnerable primo della serie Little goddess.
RIUSCIRE IN QUESTO PROGETTO E AGGIUNGERE UNA TRADUZIONE ITALIANA DEL SUO LIBRO VULNERABLE AL  SUO CURRICULUM DI AUTRICE, L’AIUTEREBBE ANCHE NELLE NEGOZIAZIONI CHE HA IN CORSO AL MOMENTO CON UN EDITORE AMERICANO CHE L’HA NOTATA E STA PENSANDO DI RIPUBBLICARE LA SUA SERIE.
PER RIUSCIRE IN QUESTO MIO PROGETTO HO PERO’ BISOGNO DEL VOSTRO AIUTO.
MI OCCORRONO PERSONE CHE CONOSCANO BENE L’INGLESE E SI OFFRANO DI TRADURRE GRATUITAMENTE DALL’INGLESE ALL’ITALIANO UN PEZZO DEL LIBRO VULNERABLE.
PIù SAREMO IN TANTI MENO LAVORO CI SARà PER TUTTI E PIù FAREMO IN FRETTA.
SO DI CHIEDERVI TANTO, MA è PER UNA BUONA CAUSA. PORTARE IN ITALIA FINALMENTE UNA SERIE E UNA AUTRICE CHE LO MERITA.
SE VOLETE COLLABORARE A QUESTO PROGETTO CONTATTATEMI ALLA MAIL:
weirde@libero.it
Per tutti coloro che collaboreranno, sarà disponibile gratuitamente una copia in ebook del libro Vulnerable e forse anche qualche altro libro omaggio dell’autrice.
Spero aderirete numerosi, poichè è una cosa a cui tengo veramente molto, so che affezionarsi tanto ad una serie di libri suonreà probabilmente stupido a molti, e non stia parlando di un capolavoro della leteratura, ma…non so spiegarvi perchè ci tenga così’ tanto a questo libro, è quel qualcosa che secondo me manca ai libri della Hamilton per renderli veramente perfetti, è genuina, è qualcosa di imperfetto certo, ma che riesce ad entrarti dentro.

http://weirdesplinder.tumblr.com/post/40186992786/appello-ai-lettori-del-blog-aiutatemi-a-portare-amy

Accorrete numerosi ^___^

 

1 commento:

Mary Frances Shepard ha detto...

Il progetto ha dato i suoi frutti:

http://weirdesplinder.tumblr.com/post/71967003414/felicita-progettto-amy-lane-al-traguardo-tanto

Premi del blog

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità .
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Ti piace il mio blog?